“I figli di Baal. I giardini dell’essere”. Il secondo capitolo della saga firmata Francesca Costantino.

Posted on novembre 6, 2014

0



I figli di Baal. I giardini dell'essere_CronacaQui06112014_Scacchi Mauro

I figli di Baal. I giardini dell’essere_CronacaQui06112014_Scacchi

I Figli di Baal. I giardini dell’essere. (Francesca Costantino; Armando Curcio Editore, Roma 2013; pp. 448, € 14,90), recensione sul quotidiano di Torino CronacaQui, 6 novembre 2014

“I Figli di Baal. I giardini dell’essere” (Armando Curcio, 2013), secondo volume della trilogia firmata da Francesca Costantino, è qualcosa di più di un urban fantasy. “I Figli di Baal” è una saga che dal fantasy classico trae ispirazione a cominciare dallo storico gioco di ruolo Dungeons & Dragons. Il precedente libro, “La guida rossa” (2012), lanciato in occasione dell’uscita del videogioco “Diablo III”, ha vinto numerosi premi letterari. Chiamarlo urban fantasy è riduttivo poiché ancor più del primo capitolo questo “I giardini dell’essere” riesce a mettere insieme diversi sottogeneri per i quali il fantasy ha funzione soprattutto di contenitore. Inoltre, l’azione non si svolge esclusivamente in un contesto urbano. Seppur tipicamente fantasy sono alcune magie descritte nel testo ciò non toglie ch’esse restino strumentali alla narrazione. I protagonisti sono sempre Jason il negromante, Victoria la maga nera e Sean il cantante rock, tre aspetti del dio Baal che si trovano ad affrontare prove difficili in una storia dove il nemico è il demone Mephisto. A caratterizzare il romanzo che oseremmo chiamare “dimensionale”, stante le incursioni in altri tempi e luoghi rispetto a quelli attuali (si va dall’11 settembre 2001 ad Atlantide, per dire), è uno stile incalzante e ricercato per nulla pesante. La trama si snoda magistralmente seguendo l’evoluzione dei personaggi principali, in primis Victoria, il cui compito è risvegliare l’umanità a una ritrovata consapevolezza di sé. Altri nomi vanno a riempire il racconto tra cui l’elfo Eurantien, l’inquisitore Julien, la piccola Pan e Caliel maestro delle arti arcane. Al termine del libro alcune appendici arricchiscono un complesso immaginifico oltremodo interessante. Di prossima uscita l’ultimo titolo della saga, “Baalym”.

Mauro Scacchi

Link alla recensione del primo volume: https://mauroscacchi.wordpress.com/2013/07/04/arriva-la-trilogia-dei-figli-di-baal-di-francesca-costantino/

I Figli di Baal. I giardini dell'essere_CopertinaFrancesca Costantino

Copertina del libro e foto dell’autrice

Annunci
Posted in: CRONACAQUI (TO)