“Il mare odia gli spigoli”, la terza indagine dell’ispettore Rubatto firmata Dibenedetto

Posted on settembre 19, 2014

0



Il mare odia gli spigoli_CronacaQui 18092014_Scacchi Mauro

Il mare odia gli spigoli_CronacaQui18092014_Scacchi Mauro

Il mare odia gli spigoli (Marco G. Dibenedetto; Golem edizioni, Torino 2014; pp. 176, € 14), recensione sul quotidiano di Torino CronacaQui, 18 settembre 2014

Marco G. Dibenedetto, classe 1972, è uno psicoterapeuta e insegnante di scuola media superiore che vive e lavora a Torino; fa parte del gruppo “Torinoir: scrittori noir a Torino e dintorni”. Il suo primo romanzo, “Il cacciatore di vite, un serial killer a Torino”, è stato pubblicato nel 2008 da Fratelli Frilli; al 2011 risale l’e-book “Lo zero posizionale”, edizioni Mnamon. “Il mare odia gli spigoli “ (Golem Edizioni; Torino, 2014) è la terza indagine dell’ispettore di Polizia Rubatto, già protagonista in “E.N.D. Forse qualcuno è già morto” e “Che idiota!”, entrambi usciti nel 2012 per Kilometrozero. Noto rappresentante della Polizia di Torino, Rubatto ha un carattere burbero, è un tipo di poche parole ma di grande esperienza ed è rispettato dai suoi sottoposti. Stavolta deve fare i conti con il pestaggio d’un omosessuale avvenuto nel parco del Valentino. Già nei mesi precedenti altri ragazzi erano deceduti a causa delle percosse ricevute ed un altro era finito in coma senza mai risvegliarsi. Con Tiziano, però, gli aggressori commettono un errore: il ragazzo riesce a strappare a uno di loro una catenina con un ciondolo che reca l’incisione latina Vae Victis, guai ai vinti. Ma se i vinti sono i più deboli, bersaglio di violenza, chi sono i vincitori, gli aggressori? In una Torino scossa da un odio profondo nei confronti dei “diversi”, Rubatto deve destreggiarsi tra gruppi di estrema destra, principali sospettati, e la mancanza di fiducia nelle istituzioni da parte dei familiari degli altri giovani picchiati, in un crescendo di cambi di fronte repentini e scoperte inattese fino al colpo di scena finale, inaspettato, che lascia spiazzato e disorientato il lettore. Il giallo sotto la Mole continua ad essere di qualità e a ricevere consensi, più che meritati.

Mauro Scacchi

Il mare odia gli spigoli_CopertinaDibenedetto 2

Copertina del libro e foto dell’autore

Annunci
Posted in: CRONACAQUI (TO)