“L’Autore” di Fabio Girelli. Un noir nei labirinti deviati della psiche umana.

Posted on agosto 29, 2014

0



L'Autore_CronacaQui 28082014_Scacchi

L’Autore_CronacaQui28082014_Scacchi

L’Autore (Fabio Girelli; Golem edizioni, Torino 2014; pp. 264, € 16), recensione sul quotidiano di Torino CronacaQui, 28 agosto 2014

Torinoir, il gruppo che riunisce dodici scrittori sotto la Mole, è ormai un marchio di garanzia per gli amanti del giallo. Ne fa parte Fabio Girelli, nato a Biella nel 1980 e laureatosi in Lettere Moderne a Torino, dove pure vive. Ha insegnato Italiano in Colombia, a Bogotà, e due anni fa ha iniziato a pubblicare le sue opere: “Tutto il villaggio lo saprà” (2012; premio Giallo Digitale), “Marmellata di Rose” (2013; uscito anche in Spagna) e “Nachzehrer, i vampiri della peste” (2013). Il suo ultimo libro, “L’Autore” (Golem Edizioni, Torino 2014), è un noir crudo dove non mancano scene macabre, ricco di colpi di scena e improvvise svolte nella storia. Ci sono orrori conclamati e altri più subdoli che serpeggiano dentro le persone fino a distruggerle. Il cannibale Alberto Garlanda, soprannominato la Iena, è morto. Scovava uomini e donne psicologicamente fragili che volevano farla finita con la vita e gli proponeva di mangiarli. Alcuni accettavano. La Iena giace ora su un tavolo e il medico legale Levin Alfieri della Questura di Torino deve compiere l’autopsia; all’interno dello stomaco trova un anello e non possono esserci dubbi, è quello di sua madre Loredana. Inizia così una corsa a ostacoli nella speranza di ritrovare viva la donna, che ha dato ai figli gli strani nomi di Levin, Vronskij e Stepan, detto Stiva, tratti da “Anna Karenina” di Tolstoj. Con Vronskij deceduto anni addietro a Levin non resta che indagare assieme al fratello minore, Stiva, ma i due capiscono subito di essere al centro di un disegno perverso. Una penna fluida e appuntita, quella di Girelli, che non permette respiro e obbliga a girare una pagina dopo l’altra nell’attesa che si sbrogli una matassa fatta di sangue. Un finale sconvolgente ci ricorda che l’apparenza, spesso, inganna.

Mauro Scacchi

L'Autore_CopertinaGirelli 1

Copertina del libro e foto dell’autore

Annunci
Posted in: CRONACAQUI (TO)