“La bellezza delle cose fragili”. Kweku, l’Africa e il sogno americano.

Posted on marzo 22, 2014

0



La bellezza delle cose fragili_CronacaQui 20032014_Scacchi

La bellezza delle cose fragili_CronacaQui20032014_Scacchi

La bellezza delle cose fragili (Taiye Selasi; Einaudi, Torino 2013; pp. 344, € 19)

Taiye Selasi è una scrittrice britannica, nata a Londra nel 1979, di origini ghanesi-nigeriane; in Italia abbiamo cominciato a conoscerla come giudice nel talent show di Rai Tre “Masterpiece” e per il suo primo romanzo, “Ghana Must Go”, tradotto in italiano con il titolo “La bellezza delle cose fragili” (Einaudi; Torino, 2013). Il libro ha riscosso un immediato successo di critica e in brevissimo tempo ha scalato le classifiche di vendita; la Selasi è stata inserita nella lista dei migliori venti scrittori sotto i quarant’anni dalla prestigiosa rivista inglese “Granta Magazine”. All’inizio della narrazione uno dei protagonisti, Kweku Sai, viene descritto nei momenti precedenti la morte per infarto. Kweku è un famoso chirurgo di origine ghanese, che ha studiato e lavorato in America per molti anni e che muore solo nel giardino della sua casa in Ghana. Parte proprio da lì il racconto della vita di Kweku e della sua ex moglie Fola, la loro infanzia difficile in Africa e la loro emigrazione negli Stati Uniti; la scrittrice ci parla del loro vissuto, ci presenta i loro quattro figli e ci fa capire perché Kweku e la sua famiglia non sono più insieme. In un’alternanza tra passato e presente, con continui flashback, veniamo a conoscenza del dolore di Fola, delle vite di Olu, Taiwo, Kehinde e Sadie, di quello che si portano dentro. Una storia di riscatto, di rivalsa, di ricordi, di separazioni che strappano il cuore ma anche di ricongiungimenti commoventi ed inaspettati. Il romanzo è per alcuni aspetti autobiografico ed è intriso dell’amore della Selasi nei confronti della terra dei suoi genitori, manifestato attraverso l’utilizzo frequente di termini dei dialetti nigeriani e ghanesi e le descrizioni dei colori e dei profumi di quei luoghi ai nostri occhi tanto misteriosi. Un’opera mirabile sull’amore, sulla famiglia e i suoi legami, sulla forza di chi ha sofferto ma che trova il coraggio di ripartire, sul perdono che riesce a superare anche la rabbia del distacco.

Mauro Scacchi

La bellezza delle cose fragili_Copertinaselasi_c-2010-nancy-crampton

 

Copertina del libro e foto dell’autrice

Annunci
Posted in: CRONACAQUI (TO)