“Gli scudi di Marte” della collana Historica – Mondadori. Una graphic novel nell’Impero Romano!

Posted on novembre 30, 2013

0



Gli scudi di Marte_CronacaQui2112013_Scacchi Mauro

 

Gli scudi di Marte (Gilles Chaillet e Gines; Mondadori, Milano 2013; pp. 178, € 12,99), recensione su Torino CronacaQui, 21 dicembre 2013

La nona arte, il fumetto, sta diventando sempre più un mezzo d’espressione culturale di alto livello. Al fumetto sono dedicati eventi come il Lucca Comics & Games, dove nella recente edizione è stato presentato il volume celebrativo del primo anno della collana Historica, “Gli scudi di Marte” (Mondadori, 2013), uscito in simultanea in Francia pei tipi di Glénat. Un albo prestigioso, cartonato e di grande formato, che coniuga con sapienza accurata ambientazione storica e invenzione narrativa. “Gli scudi di Marte”, con introduzione di Sergio Brancato, narra le gesta del Prefetto Lucio Ventidio Charax posto a capo della IV Legione Scythica presso Zeugma alle porte d’Oriente, dominio incontrastato dell’Impero dei Parti. L’Impero Romano sotto Traiano è in stato di guerra contro la Dacia ma sono i Parti gli avversari di sempre, un popolo che governa vasti territori dell’area mesopotamica. La frontiera orientale vive un’instabile pace dopo che nel 53 d.C. Crasso ha perso la vita a Carre. Traiano cerca vendetta per l’onore di Roma ma il Senato preferisce glissare. La diplomazia più oscura tesse le sue trame facendo leva su antiche superstizioni per garantire uno scontro di proporzioni globali. Agli albori della Città Eterna il dio Marte donò ai romani un magico scudo di bronzo, un ancile che vibrava all’approssimarsi d’ogni minaccia. Per proteggere l’artefatto furono costruiti altri undici scudi e venne fondato il Collegio dei Salii, custodi della Tradizione. Durante una rappresentazione religiosa uno degli scudi cade a terra e rotola ai piedi dell’ambasciatore dei Parti. Un segno divino? Tra tradimenti e azioni eroiche, Traiano avrà infine la sua guerra che si concluderà nel 116 d.C. con la presa di Ctesifonte, capitale dei Parti e dimora del re dei re Cosroe. Uomini semplici e rudi sono i veri protagonisti di questa splendida storia scritta e illustrata da Gilles Chaillet e Gine, il primo mancato nel 2011. Una graphic novel avvincente come un colossal hollywoodiano.

Mauro Scacchi

Gli scudi di Marte. Historica_CopertinaChaillet sceneggiatore

 

Copertina e foto dello sceneggiatore Chaillet.

Annunci
Posted in: CRONACAQUI (TO)