“Kingpin”, la truffa viaggia su Internet

Posted on giugno 7, 2013

0



Kingpin_CronacaQui 06062013_Scacchi Mauro

 

Kingpin_CronacaQui06062013_Scacchi Mauro

Kingpin (Kevin Poulsen, Ulrico Hoepli Editore, Milano 2013; pp. 290, € 18), recensione su CronacaQui, 6 giugno 2013

A lungo nelle classifiche dei libri più venduti di mezzo mondo, Kingpin (Hoepli, 2013) è un romanzo che racconta la vera storia di Max Butler Vision, re di tutti i criminali informatici. L’argomento è attualissimo. Internet banking, posta elettronica, compra-vendita online di prodotti di qualsiasi tipo, social network: è sterminato il numero delle banche dati digitali in possesso delle nostre anagrafiche. In Internet si nascondono gli esponenti di una nuova forma di delinquenza capaci di controllare intere reti di computers all’insaputa dei legittimi proprietari. Nel gergo degli hackers sono detti black-hats. Il cybercrime, afferma Raoul Chiesa che ha scritto la Prefazione, è «uno dei quattro crimini transnazionali emergenti, insieme al traffico d’armi, di droga e di esseri umani, ed entro pochi anni supererà la sommatoria delle altre tre attività criminose». Chiesa è stato un black-hat di primo piano, attaccò Bankitalia nel ‘95 ma poi decise di cambiare partito e oggi collabora con l’Unicri (istituto di ricerca delle Nazioni Unite che si occupa di crimini e giustizia). L’autore di “Kingpin”, Kevin Poulsen, è senior editor di Wired.com e nel 2009 è stato inserito nella Digital Hall of Fame del Magazine Industry Newsletter: è uno dei massimi esperti di sicurezza digitale. Ma chi è Max Vision, il protagonista del romanzo? Nato nell’Idaho, nome di nascita Max Butler, alla fine degli anni Ottanta era un giovane geek, un nerd fanatico dell’informatica. Divenuto noto come Iceman, in una sola notte prese il controllo di tutti i siti dove s’incontravano i criminali del settore. Fondò CardersMarket, luogo virtuale dove si faceva mercato dei numeri delle carte di credito, e scatenò la «prima guerra del web» mettendo alle strette l’Fbi che tentò più volte d’infiltrarsi nella sua organizzazione. “Kingpin” aiuta a comprendere quanto facile sia, per chi sa il fatto suo, penetrare le difese del navigatore medio di internet sottraendogli soldi e dati sensibili.

Mauro Scacchi

Kingpin_CopertinaKevin Poulsen 2

Annunci
Posted in: CRONACAQUI (TO)