Le eruzioni solari cambiano il mondo. “La Civiltà Perduta e le Catastrofi dal Sole”.

Posted on settembre 15, 2012

0



 

Recensione su CronacaQui del 13 settembre 2012

Robert M. Schoch, La Civiltà Perduta e le Catastrofi dal Sole (XPublishing, Roma 2012; pp.328, € 19,50)

Robert Schoch, geologo e docente di storia naturale alla Boston University, torna quest’anno con un nuovo sensazionale saggio, “La Civiltà Perduta e le Catastrofi dal Sole” (XPublishing, 2012). Noto per aver retrodatato la Sfinge e aver divulgato i risultati delle sue ricerche attraverso il volume “La Voce delle Pietre” (2005), Schoch può considerarsi a buon diritto un archeologo controcorrente. Se retrodatare la Sfinge significa spostare l’inizio della civiltà umana in tempi più remoti di quanto la scienza ufficiale non ammetta, aprendo scenari suggestivi relativi alle civiltà di Atlantide e Lemuria mediante un approccio multidisciplinare all’argomento, “La Civiltà Perduta” si focalizza principalmente sulle catastrofi dovute alle eruzioni solari. Come pure cita la copertina originale del libro, il professore bostoniano è interessato a «the role of solar outburst in our past and future», cioè al ruolo rivestito dalle esplosioni solari nel passato e nel futuro della civiltà terrestre. Schoch illustra poi le sue ultime ricerche sul complesso turco di Göbekli Tepe che confermano ulteriormente le sue tesi riguardo alla retrodatazione della civiltà umana. Schoch c’introduce anche ai nuovi sviluppi della scienza futura, come l’interpretazione transazionale della meccanica quantistica in cui il futuro potrebbe, paradossalmente, influenzare il presente e il passato. L’opera del geologo non rientra nel filone prettamente catastrofista in quanto la sua visione storica e metastorica della Terra è permeata da una consapevolezza che, bene o male, tutti dovremmo recuperare: riconoscere che gli esseri viventi, il mondo su cui vivono e la stella che splende ogni mattino su di essi sono tutti interconnessi, legati a filo doppio. Schoch pone le basi di una scienza che vuole mettere da parte i dogmi dello scientismo più pervicace. Le sue tesi possono sembrare azzardate, ma accostandovisi senza pregiudizi sorgerà il ragionevole dubbio che, forse, abbiamo tutti ancora molto da imparare.

Mauro Scacchi

La Civiltà Perduta_ CronacaQui 13092012_Mauro Scacchi

Annunci
Posted in: CRONACAQUI (TO)